CC 2017-03-2

UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI 

CIRCOLO CULTURALE e RICREATIVO
“Paolo Bentivoglio” 

Via G. Bellezza, 16 – 20136 Milano – Tel. 02/58.30.27.43

 

Prot.184/C

Marzo  2017

 

CIRCOLARE N. 2

Care amiche e cari amici,

Il trimestre appena trascorso ci ha donato molti eventi interessanti che ci hanno concesso di vivere gradevoli pomeriggi domenicali insieme. Sono ancora emozionata per il bellissimo spettacolo del 12 marzo che ha visto in scena, al suo secondo anno di vita, la nostra splendida Compagnia Bellezza nell’adattamento della commedia musicale di Garinei e Giovannini “Il tempo è come un gambero”. L’abile regia di Gioia Aloisi e Monica Gorini, gli interventi musicali del bravissimo Silvano Pasquini, la spettacolare scenografia di Carola Giabbani, la bravura dei nostri attori, tutti soci del Circolo, hanno contribuito a farci rivivere una favola in cui l’anziana protagonista (la bravissima Gaetana) rivive la sua giovinezza, il suo rifiuto di una vita agiata col principe Pognatowski (il brillante Antony) nonostante l’intervento del capo dei diavoli (il tuonante Andrea Fazio) e i tre diavoli (Flavio Fera suadente e ironico, Pietro Palumbo e Max: il convincente Fabio Dragotto, che per amore diventa uomo) che cercano di far cadere in tentazione la dolce protagonista (una Silvia Zaru che rivela grandi doti di attrice e non solo di grande cantante), bravissima anche Barbara Alfarano, nel ruolo della nipote di nonna Adelina.

Gli attori hanno cantato e ballato facendo rivivere una Roma popolana variopinta e allegra in cui si svolge l’eterna lotta tra il bene e il male con l’incredibile vittoria del bene.

Permettetemi di ricordare ancora, tra gli attori, tutti bravissimi, un Giuseppe Fabiano nel ruolo dello spaccamonti trasteverino, una splendida Giuliana Colombo nel ruolo della madre di Adelina, Elisabetta Vianello nel ruolo di Santa Pupa e di Cleofe e la splendida voce di Chiara Schiroli, una vera e propria rivelazione.

Tra gli spettacoli che hanno visto una grande partecipazione di pubblico ricordiamo il concerto del bravissimo Giorgio Merati, l’applauditissimo ed affollato concerto organizzato dal nostro consulente musicale Giuseppe Ferdico “A Milan se vive insci” con gli Stramilano, l’applaudito spettacolo di prosa della Compagnia dei Lettori “La donna dal taccuino rosso”.

Ormai la primavera è alle porte, come vedrete il nostro cartellone vi offrirà spettacoli sempre vari ed interessanti.

Un particolare ringraziamento a tutti quei soci ed artisti che, comprendendo le difficoltà del momento storico, hanno voluto contribuire all’attività sociale e culturale del Circolo con donativi che dimostrano la loro viva partecipazione.

Alcuni soci, capeggiati dal nostro Piero Pizzarelli, propongono di ritrovarsi il sabato pomeriggio per giocare a carte. Gli interessati contattino Filippo per organizzare simpatici mini tornei.

Permettetemi di concludere offrendovi una breve poesia:

Vorrei essere un pittore per dipingere il giallo spumoso delle mimose

Vorrei rubare al fiore di pesco il suo delicato rosa

Vorrei intingere di tenero verde il pennello per riprodurre i trasparenti germogli che occhieggiano sui rami spogli

Vorrei afferrare un lembo di cielo per donarvi un fremito d’infinito

Vorrei rubare il tenero velluto delle viole del pensiero per donarvelo in questa rinascente primavera

Un caro saluto e i più sentiti auguri di liete feste a tutti i soci dal Comitato del Circolo.

 

ELENCO DEGLI EVENTI APRILE-GIUGNO 2017

  • Mercoledì 29/03 ore 15.00, la Compagnia dei Lettori presenta: “Corrispondenze di amorosi sensi”, l’animo dell’uomo attraverso le sue lettere.
  • Domenica 9/04 ore 15.30 - da Iannacci a Gaber “Le più belle canzoni dei cantautori milanesi”, eseguite dal cantautore chitarrista Claudio Sanfilippo.
  • Domenica 23/04 ore 15.30, conferenza di Pierfranco Bruni (scrittore, giornalista, candidato al Nobel 2017 per la letteratura) “Pirandello: l’uomo e la maschera” nel pensiero dell’autore, nella cinematografia di Totò e nel Teatro di Edoardo. Intervista l’autore la scrittrice Stefania Romito. Intermezzi musicali a cura di Giada Salerno.
  • Domenica 30/04 Assemblea UICI.
  • Domenica 7/05 ore 15.30, il gruppo Jazzistico Shut Up in concerto (Giovanni Tosi al pianoforte; Walter Colombo voce ed ewi; Fausto Bertoli alla chitarra; Peter Wolf al contrabbasso).
  • Domenica 14/05 ore 15.30, la Nuova Polifonica Ambrosiana, direttore Fabio Locatelli: musiche di Monteverdi e Mozart.
  • Mercoledì 17/05 ore 15.00 la Compagnia dei Lettori presenta il fascino del melodramma: “Carmen: storia di un’intraprendente sigaraia”.
  • Domenica 21/05 ore 15.30 nell’ambito della manifestazione Pianocity, concerto del maestro Enrico Lisi.
  • Domenica 28/05 ore 15.30 Cineforum “Un padre, una figlia” regia di Cristian Mungiu.
  • Domenica 4/06 ore 15.30 spettacolo da definire.
  • Domenica 11/06 Assemblea annuale del Circolo a seguire apericena in terrazza.
  • Domenica 18/06 ore 15.30 saggio di danza latino-americana e rinascimentale, sala Barozzi.

 

Il Presidente Erica Monteneri

CI 2017-03-01

CAMMINARE INSIEME

Notiziario n. 1 – Marzo 2017

E’ parte integrante del presente numero: la Convocazione assembleare, la Relazione sull’attività svolta nell’anno 2016 e lo schema di sintesi del Bilancio consuntivo 2016 così come prevedono le norme statutarie e regolamentari della nostra Associazione.

 

SOM-MARIO

ABBAIARE ALLA LUNA

  1. SERVIZI DI PATRONATO E CAF
  2. CINQUE PER MILLE – UN GESTO DI SOLIDARIETÀ
  3. PENNA E CALAMARIO
  4. QUOTA SOCIALE 2017
  5. NOTIZIE UTILI
  6. RICORDIAMOLI

CODA DI ROSPO


 

ABBAIARE ALLA LUNA

Il binomio Radio Meneghina Unione Italiana dei Ciechi di Milano era settimanalmente con “Camminare Insieme”.

Il Giornalista Tullio Barbato cofondatore dell’emittente e direttore della stessa mi ha dato sempre molto credito e usato cortesie.

Una sera, vi era una notizia giornalistica importante che si afferiva all’Inter, mi ha chiesto se poteva intervenire nello spazio di Camminare Insieme con Massimo Moratti, è stata una simpatica esperienza.

In quei tempi Radio Meneghina viveva i suoi anni ruggenti; nella notte di San Silvestro si era tutti in gara, partecipi e compresi, per andare in onda per fare gli auguri, sono state serate indimenticabili.

Nel corso degli anni ho avuto ospiti illustri: artisti, cantanti, politici, attori, navigatori. Ricordo con mestizia l’incontro con Ambrogio Fogar che reduce da camminate sul Pack col cane Armaduk, ha raccontato con grande fervore anche religioso delle sue navigazioni solitarie, dei suoi naufragi, dei suoi salvataggi.

Anni dopo sono andato a trovarlo quando era ormai immobile in un letto: è stato carino e affettuoso: prima che ci accomiatassimo mi ha chiesto se la signora che mi accompagnava fosse la mia amante: Margherita, già dipendente dell’Unione Italiana Ciechi, la cui conoscenza risaliva al 1956. Ed è stato appunto per un suo intervento l’incontro con Fogar, la mamma frequentava la medesima parrocchia.

L’immobilità di Ambrogio era tale per cui mentre mi accomiatavo da questo ultimo incontro, Ambrogio chiamava il suo assistente perché gli grattasse un orecchio…

Vittorio Pinotti re della canzone milanese, inventore dei quattro tempi del liscio ambrosiano, alla radio aveva un suo spazio settimanale, chiunque poteva telefonare e chiedergli una canzone del suo repertorio e anche oltre, Vittorio, subito, corrispondeva alla richiesta eseguendo con la sua insuperabile fisarmonica il pezzo. Vittorio Pinotti è stato anche ospite, non poteva mancare, di “Camminare Insieme”. Nel corso di uno di quegli incontri ha eseguito per la prima volta, accompagnandosi al pianoforte, una sua composizione dedicata alla moglie, la Pucci, che da sempre lo accompagnava; per stare con lui aveva anche imparato a suonare uno strumento.

“El me mund” la musica e le parole che Pinotti ha saputo cantare con quel suo vocione che aveva tante sfumature da risultare particolarmente commovente.

Struggenti erano le parole che hanno raccontato la vita di un cieco che un poco alla volta non vede più neppure le luci della sua città ma che con volontà e sacrificio riesce ad affermarsi nella vita, perché, Pinotti dice, la città è grande e generosa, basta aver voglia di lavorare …

Di Vittorio Pinotti se ne hanno sempre molti ricordi: è del tutto casuale che una segretaria dell’Unione riportasse un episodio di un suo familiare che al tempo in cui il Pinotti si esibiva in un noto locale di Corsico di allora, erano gli anni 60, al “Burlagiò”, era trattenuto, amorevolmente, bambino, seduto sul pianoforte del musicista, mentre si esibiva.

La passerella sarebbe lunga, concludo l’elenco degli ospiti con Aldo Aniasi che aveva una grande considerazione per l’Unione Italiana dei Ciechi; la sera nella quale era ospite ho avuto libertà di intrattenerlo su molti aspetti della vita politica e di tutti i giorni; a un certo momento gli ho chiesto quale fosse stato il suo primo amore, “…sono trascorsi tanti anni cosa vuoi che ricordi…” poi, nel corso di uno stacco musicale …“ma Censabella cosa vuoi che ti racconti, mia moglie è alla radio che mi ascolta …” Ora, ho deciso di concludere, dopo 36 anni di ininterrotta conduzione, prima a Radio Meneghina, poi, quando quella radio per questioni relative alla propria realtà ha interrotto la sua programmazione, ho proseguito con Radio Hinterland la mia attività di conduttore. Ora, si è conclusa anche questa esperienza con il 31 dicembre 2016. In realtà contemporaneamente vi è stata pure una breve presenza presso Radio Lodi fattami interrompere perché mi era venuto l’estro di far leggere un articolo tratto da un grande settimanale nel quale era stato scritto che in pubblico i cosiddetti normodotati si vergognavano di avere avuto rapporti con donne disabili.

Radio Meneghina tutti quegli anni, sono stati d’oro, è stata pure un palcoscenico di sentimenti e di umanità: vi erano microfoni aperti per tutti e chiunque poteva accedervi trovando affetto e comprensione.

Di quegli anni è rimasta Clorinda Bigiarini non vedente di 94 anni scomparsa proprio in questi giorni che intratteneva con tutti, conduttori e ascoltatori, antiche storie di quando bambina pascolava le capre al Monte Fumaiolo. Da qui è nata la storia di Clorinda Bigiarini che accudiva le sue 11 capre perché la madre, mungendole, desse da mangiare a tutta la famiglia. Clorinda si è anche adoperata per aiutare, anche finanziariamente, alcuni che si rivolgevano a lei. Clorinda ha avuto tre figli, si era sposata, senza quasi conoscere il marito, pochi giorni prima della partenza per il fronte. Dopo qualche anno è tornato a casa molto imbarazzato, tutto imbacuccato e molto triste come se volesse nascondere qualcosa; così Clorinda, dopo la gioia di aver potuto … riabbracciare il marito, aveva compreso il suo disagio: lui non glielo aveva detto, aveva perso un braccio in guerra.

Non potrò mai dimenticare i rapporti con Radio Meneghina, non potrò mai dimenticare quelle voci, soprattutto la disponibilità di Giulio e Rino che erano i più importanti conduttori.

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • SERVIZI DI PATRONATO E CAF

Anche quest’anno, la Sezione, a seguito della sottoscrizione della convenzione con ANMIL, offre servizi di Patronato e CAF per l’espletamento di pratiche assistenziali e previdenziali. Per la denuncia dei redditi (Modello 730) ai soci in regola con il versamento della quota sociale, si chiede un piccolo contributo. Per familiari e amici dei soci sono previste tariffe agevolate.

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • CINQUE PER MILLE – UN GESTO DI SOLIDARIETÀ

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Sezione provinciale di Milano invita anche quest’anno i non vedenti, familiari, amici, volontari e simpatizzanti a devolvere il 5 per mille nella circostanza dell’annuale dichiarazione dei redditi. Non occorre sottolineare l’importanza di questa devoluzione. I proventi saranno impegnati anche per il finanziamento dei corsi di autonomia e mobilità e per il servizio di accompagnamento.

Perché la devoluzione avvenga occorre annotare il nostro Codice Fiscale: 800 95 17 01 57.

Ricordiamo che il 5 per mille anche se non sottoscritto viene ugualmente ritenuto dallo Stato.

Possono devolvere il 5 per mille alla nostra Associazione tutti coloro che pur non sottoscrivendo una denuncia dei redditi (Unico o 730) ricevono il CUD, compilando l’apposita modulistica allegata; occorre poi inserire quel modulo in busta chiusa e consegnarlo a un ufficio postale o in banca o a un CAF indicando che il beneficiario è l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano con il corrispondente Codice Fiscale.

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • PENNA E CALAMARIO

Milano, 11 novembre 2016 - Illustrissimo e caro Presidente Radio Interland

 “Gentile Presidente,

da molti anni ormai l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano è ospite della tua, vostra Radio, così come io stesso essendo conduttore di Camminare Insieme.

Io non so, non posso sapere quanto la “nostra” trasmissione possa essere stata gradita.

Ho cercato, come è mio stile e costume diffondere in quello spazio oltre a notizie di normale consumo e di interesse per tutti, informazioni che potevano essere utili, sia ai non vedenti sia alla società tutta.

Questa iniziativa ha per l’Unione di Milano un certo onere che il presidente Rodolfo Masto forse può essere ancora disponibile a sostenere, a condizioni che l’impegno avesse ancora valore e senso.

Quasi un anno addietro il presidente Masto ha inviato una lunga nota che oltre a esprimere gratitudine per l’ospitalità chiedeva un parere circa il proseguire dell’iniziativa.

Attendo, scrivevo allora, un tuo cortese riscontro. Ora, prima di concludere, debbo inviarti anche a nome dell’Unione Italiana dei Ciechi di Milano e del suo Presidente le espressioni della “nostra” gratitudine per tanta ospitalità.

Con il 31 dicembre cesseremo di inviarvi il CD, è stata un’esperienza che non potrò mai dimenticare: conduco Camminare Insieme dal 20 aprile 1980; diceva mio padre: “cosa fatta capo ha…”.

Per quanto mi attiene ho comunque deciso di interrompere la mia collaborazione dal 31 dicembre 2016. Radio Interland potrà sempre ottenere notizie relative alla nostra attività attraverso il periodico che, non casualmente, è Camminare Insieme. La Radio potrà sempre accogliere e diffondere le notizie che riterrà più opportune.

Con immutata deferenza, ti giungano i sensi della nostra più viva gratitudine.  Un abbraccio.

PS - Il silenzio è ritenuto conclusivo.  Mario Censabella”

Il dado è tratto, non è … Giulio Cesare, questa volta sono io ad aver preso una decisione, di concerto con il Presidente Rodolfo Masto, che pone fine a una iniziativa che questa volta le circostanze della vita lo hanno reso giusto.

Un poco di storia, nel lontano 1978, ero da 4 anni presidente della Sezione di Milano, avevo pensato che la presenza dell’Unione, presso una radio libera con una propria trasmissione, potesse essere importante, allora non erano molte le radio libere che erano sorte.

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • QUOTA SOCIALE 2017

Anche per l’anno 2017 la quota sociale rimane invariata, euro 49,58, invitiamo tutti i nostri associati a rinnovare il tesseramento per l’anno 2017 ed eventualmente aggiornarlo per gli anni precedenti, qualora non si fosse ancora provveduto.

Attraverso l’Unione si sono potuti ottenere e mantenere tutti i benefici attualmente in godimento dai disabili visivi.

L’Unione ha avuto riconosciuto il diritto di rappresentanza e di tutela anche in tutti quei contesti nei quali i non vedenti sono oggetto o soggetto.

Oggi, essere soci dell’Unione è una sicurezza per la salvaguardia dei diritti acquisiti. L’Unione rimane sempre la risorsa per ogni nostra rivendicazione. Anche chi non chiede nulla sappia che ogni giorno chi non vede è fruitore di benefici acquisiti dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti; tutti insieme unitariamente siamo una forza e una realtà non facilmente domabili.

Ricordiamoci di fare il nostro dovere: se 49 euro e 58 centesimi tutti in un botto fossero troppi vi è la possibilità di sottoscrivere una delega che consente di pagare la quota sociale rateizzata con ritenute effettuate direttamente sui ratei di pensione e/o di indennità di accompagnamento. E’ un’opportunità che consente di essere sollevati da un adempimento burocratico attraverso il suo automatismo.

La quota sociale è comprensiva di percentuali che statutariamente sono riversate alla Sede Centrale e al Consiglio Regionale UICI.

Ricordate: una recente modifica del Regolamento associativo dispone che qualora la quota non fosse rinnovata annualmente, al secondo anno decade l’appartenenza all’Unione, verrà così a interrompersi la soluzione di continuità rispetto alla data d’iscrizione; sarebbe un …peccato perdere il diritto ad essere soci storici e quindi la possibilità di avere assegnata una medaglia per i cinquant’anni di ininterrotta appartenenza all’Unione.

Inoltre, chi volesse manifestare direttamente particolare e tangibile riconoscenza alla nostra Sezione, potrà offrire un contributo, conta il gesto e non la quantificazione economica.

L’iscrizione all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano dà anche il diritto a ricevere il periodico Camminare Insieme, organo ufficiale della Sezione che viene inviato gratuitamente in stampa a grandi caratteri, in versione braille, su CD testo o MP3.

I soci dell’Unione hanno diritto a ricevere a richiesta, gratuitamente, il Corriere dei Ciechi, mensile, organo ufficiale della nostra Associazione.

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • NOTIZIE UTILI

Guida alle agevolazioni fiscali per disabili

Informo che l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova edizione della Guida alle Agevolazioni Fiscali per Disabili, aggiornata a gennaio 2017.
La copia in formato PDF è scaricabile direttamente dal sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/agenzia

Coloro che avessero la necessità di assistenza per l’eventuale consultazione, o di richiederne copia sia cartacea sia per posta elettronica, possono rivolgersi alla segreteria di presidenza 02/78 30 00 interno 7.

Tirrenia – Casa Vacanze Centro Le Torri

La struttura, ha assunto un’organizzazione in grado di corrispondere alle esigenze particolari dei non vedenti e offrire opportunità per tutte le esigenze turistiche: ottima accoglienza alberghiera, raffinata offerta di ristorazione, intrattenimenti e altro ancora.

Ogni anno vengono organizzati periodi di vacanza dedicati ai non vedenti anziani e ai loro eventuali accompagnatori per i quali sono applicate tariffe agevolate rispetto a quelle ordinarie.

I nostri comunicati e le nostre segreterie telefoniche, conterranno i particolari relativi ai periodi e ai costi pro capite per le diverse vacanze. Per informazioni contattare il numero 050/32.270.

Dal Movimento Apostolico Ciechi - Casa Vacanza a Corbiolo

Il Movimento Apostolico Ciechi offre a non vedenti ed eventuali accompagnatori, un piacevole soggiorno presso la propria Casa vacanze “Teresa Fusetti” a Corbiolo - Bosco Chiesanuova, Via della Fontana 5 a 25 km da Verona (altitudine 850 mt.). - 30 stanze con servizi in una confortevole struttura priva di barriere architettoniche. Per adesioni chiamare il numero 045/705 05 12 – sito: www.casafusetti.it

 

Vai al SOM-MARIO

 

  • RICORDIAMOLI


da novembre 2016 a marzo 2017

Annunziata Anna - Bigiarini Clorinda - Calabrò Franco - Ferla Caterina - Grasso Lorenzo - Majeron Luigi Renato - Negroni Alessandrina Ramorino Marco - Rasinterra Luigi - Zof Franco.

 

Vai al SOM-MARIO

 

CODA DI ROSPO

Era una …biondassa prosperosa, professione manicure, alla …bisogna c’era sempre. Erano i primi anni 70, avevo ancora il cane guida; mi ero recato a Varese presso l’Unione per alcuni adempimenti istituzionali, allora mi accadeva così. Avevo pensato che la …biondassa potesse venirmi a prendere, sarei ritornato a Milano molto comodamente: appuntamento ore 21 alla stazione.

Erano già le 22 e nessuno appariva; un addetto della stazione mi aveva interpellato già diverse volte chiedendomi se avessi qualche necessità: “ho un appuntamento con un amico che doveva venirmi a prendere … Ma…”. Mi vergognavo a confessare che l’appuntamento fosse con una donna, questione di orgoglio: “..bisogna essere degli irresponsabili, senza coscienza, non si può lasciare un cieco in mezzo alla strada …”.

Più tardi, erano già le 23,30, pensavo al buon Samaritano, infatti è tornato: “non mi sento di lasciare qui uno come lei, mi dica se desidera essere accompagnato in qualche luogo …”. Avevo ipotizzato di chiedergli di accompagnarmi in un albergo, treni per Milano non ve ne erano più, non sapevo quale fosse il costo del pernottamento, non volevo rimanere senza un soldo, così ho accettato la proposta del provvido amico: mi avrebbe chiuso a chiave in una sala d’aspetto, al mattino intorno alle sei mi sarebbe venuto a prendere per accompagnarmi al primo treno per Milano. Ero molto preoccupato, i tempi non erano belli ma non è che qualche ceffo sarebbe venuto ad aggredirmi portandomi via i soldi che avevo risparmiato non pernottando in albergo? Non è che poi il mio cane cospargesse qualche sordidezza sull’impiantito di quella sala d’aspetto. Mi sono addormentato avvolto nel mio impermeabile, era ottobre, faceva abbastanza freddo, mi sono avvolto nel mio indumento, forse pensavo così che passasse la notte fra veglia, sonno, paura e speranza. Mi sembra di ricordare che l’amico, il Samaritano, fosse venuto a fare un’ispezione, anche il mio cane lo ha considerato tale, non ha abbaiato. Intorno alle 6 il nostro protettore è venuto a liberarci, mi ha accompagnato al treno; il suo partire mi è apparso un sollievo, quasi una liberazione. Alle 8 dovevo essere a Milano per iniziare il mio turno di lavoro, di travet.

Nel corso di quel mattino ho … rovesciato sulla … biondassa tutto il mio risentimento e le mie rimostranze. “Sei tu che mi hai ingannato, ho atteso fino a mezzanotte …  salivo e scendevo dall’auto per cercarti meglio, mi avranno scambiato per una poco di buono …”. Nel corso di quel mattino tutto si è poi chiarito, lei mi attendeva in piazza della stazione Ferrovie dello Stato, io in quella delle Ferrovie Nord, personalmente non sapevo che a Varese vi fossero due stazioni... la biondassa a un certo punto, lei sapeva delle due stazioni, aveva avuto un dubbio, ma per la notte o per altro non ha saputo risolversi: la notte era troppo fonda.

Successivamente ho incontrato ancora la biondassa, professione manicure, che però aveva un condizionamento psicologico di ordine pratico: aveva un cugino cieco che abitava in un appartamento sotto il suo e non voleva che “egli sapesse”, quindi noi eravamo obbligati a salire le scale che dai box portavano a casa sua, con le scarpe in mano, non potevo proferire parola né sorridere, quasi un mesto pellegrinaggio, bisognava solo aver pazienza, poi la posta era lì, a portata di mano.

Questo amico era molto legato all’Unione Italiana Ciechi, nella fattispecie a quella di Como. Mi era capitato che viaggiando spesso sulla linea Milano Lecco, un signore dell’Union Carbide mi avesse dato un assegno di 500 mila lire per l’Unione … posto che vai Unione che trovi.

Sono un facile conversatore e quando mi capitava raccontavo agli interlocutori le attività e le benemerenze dell’Unione Italiana Ciechi.

“…No, Censabella, hai avuto un’oblazione sul territorio comasco: i soldi li devi consegnare all’Unione Ciechi di Como!”
MC

Vai al SOM-MARIO

 

 

AVVISO DI CONVOCAZIONE DIRITTO DI PARTECIPAZIONE 

l’Assemblea dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione provinciale di Milano è convocata domenica 30 aprile 2017 presso il Salone Barozzi dell’Istituto dei Ciechi di Milano, Via Vivaio, 7 alle ore 8.30 in prima convocazione, alle ore 9.30 in seconda convocazione. 

Leggi tutto...

Notiziario

UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI DI MILANO
Redazione Giornalistica di Camminare Insieme
Notiziario settimanale N° 31 di martedì 4 agosto 2020

Dalla Presidenza sezionale

Care socie e cari soci,
la pazienza e la perseveranza di questi ultimi mesi sembrerebbero, il condizionale è doveroso, avere portato a una decisione che molti organi di stampa danno ormai come assunta definitivamente. Mi riferisco agli interventi per risolvere, almeno in parte, il problema della mobilità nelle nostre città per renderla sicura e autonoma. Le ultime dichiarazioni rilasciate dall’assessorato alla mobilità del Comune di Milano, lasciano intendere che forse, già dal mese di agosto, certamente con la riapertura di settembre, uno dei nostri suggerimenti preso in considerazione, si tradurrà in realtà. Ricordiamo che tra le diverse proposte avevamo indicato anche quella della riattivazione del “buono taxi” per consentire a tutti noi una maggiore libertà negli spostamenti in sicurezza.
Proprio quest’ultima sembra essere la soluzione che verrà adottata perché, oltre a dare una risposta alle nostre istanze consentirebbe altresì di intervenire a sostegno di altre categorie di utenti in difficoltà, non tralasciando i disagi dei conducenti di auto pubbliche penalizzati dal blocco totale e ancora in grande sofferenza in questi mesi di timida ripresa.
I dettagli di come sarà possibile accedere ai contributi, il cui valore previsto per ciascuna corsa dovrebbe attestarsi su un importo di 10 euro, e quali potranno essere i vincoli che verranno applicati per ottenerli non sono ancora stati resi noti ma è immaginabile che sia solo questione di giorni se, come alcuni quotidiani anche oggi riportano, l’iniziativa potrebbe partire già da questo mese.
Abbiamo iniziato questo paragrafo con le parole “pazienza” e “perseveranza per ricordarci tutti che la prima è una virtù che se non avevamo innata abbiamo dovuto necessariamente acquisire, la seconda si riferisce al costante e silenzioso lavoro di sensibilizzazione che la nostra Sezione ha continuato a fare in questi mesi pacatamente e in tutte le occasioni con l’Assessore Marco Granelli al quale va il nostro riconoscimento per quanto ha fatto e vorrà fare anche nel futuro.

Dalla Segreteria sezionale

Ricordando che la situazione di emergenza sanitaria per il contrasto al Coronavirus ancora impone grande attenzione e tanta prudenza, rammentiamo a tutti i Soci che la Segreteria rimarrà a disposizione, solo per motivi indifferibili e previo appuntamento negli orari di apertura al pubblico, fino a venerdì 7 agosto. Seguirà il consueto periodo di chiusura della Sezione che riaprirà lunedì 31.
In queste tre settimane eventuali esigenze inderogabili potranno essere comunicate chiamando il numero 393/33 43 605 che rimarrà attivo e a disposizione.

Dal Circolo Paolo Bentivoglio della Sezione

La Presidente e i Consiglieri del Circolo Paolo Bentivoglio augurano ai soci una serena estate con l'auspicio di poter riprendere le attività non appena i livelli di attenzione imposti dall'emergenza sanitaria lo consentiranno.

Concorso Letterario dedicato ad Andrea Camilleri termini di presentazione delle domande

L’emergenza sanitaria ha indotto i promotori a rinviare la scadenza dei termini del concorso letterario a premi dedicato ad Andrea Camilleri. Le persone non vedenti o ipovedenti, SOCI UICI che amano cimentarsi con la scrittura dovranno inviare il proprio manufatto narrativo, racconti, storie e romanzi, entro e non oltre il 31 agosto 2020, all’indirizzo: Circolo culturale Paolo Bentivoglio presso UICI via Mozart 16 – Milano,  a mezzo raccomandata. Per informazioni sui dettagli del concorso consultare il nostro sito www.uicimilano.org

Dalla Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano

Iniziativa di Coca Cola per la realizzazione di uno spot in occasione del Centenario UICI

L’Istituto dei Ciechi di Milano coinvolto in un'azione di fundraising, promossa dalla Presidenza nazionale dell’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti e la società Coca Cola, ricerca per il giorno 8 settembre un numero di ciechi e ipovedenti che si rendano disponibili come comparse su base volontaristica, di diversa età anagrafica e di genere. Le riprese dei filmati si svolgeranno all’aperto presso gli spazi della Fondazione in via Vivaio 7, nel pieno rispetto delle regole previste dai decreti sull'emergenza sanitaria.
Per comunicare la propria adesione, gli interessati dovranno mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro venerdì 28 agosto. Nella mail, oltre ai propri dati personali e un contatto telefonico, dovrà essere manifestata l’accettazione a essere richiamati direttamente dagli organizzatori di Coca Cola nei giorni precedenti a quello in cui verrà girato lo spot.

Dalla Presidenza nazionale

Slash Radio Web

Ricordiamo le rubriche e i diversi appuntamenti della settimana, che come sempre potrete seguire e dove potrete formulare domande o intervenire in trasmissione.
In particolare segnaliamo la programmazione di Slash Radio Web relativa alla settimana fino al 7 agosto 2020 a partire dalle ore 7:30 che comprende le seguenti rubriche:

"Slash Fitness"; “Raccontami”; “Un libro al giorno”; Oroscopo e Almanaccando;
il Meteo; Spotlight Estate; “UiciCom; Guida TV; “GR Sociale”; Scrivono di noi - rassegna stampa di quotidiani e siti web riguardanti il tema cecità e ipovisione. E poi "C’è luce in cucina” con le gustose ricette e suggerimenti pratici della nostra chef di fiducia Lucia Esposito; e ancora Gocce di Jazz, la rubrica curata dal pianista Filippo Visentin che ci guida nel mondo delle sfumature sonore sempre in evoluzione del jazz; Classic Rock On Air; “Grandangolo”, l'approfondimento cinematografico a cura di Marika Giori; “Slash Tunes”, la rubrica quindicinale a cura di Gianluca Nucci: un'ora di musica internazionale a 360 gradi. Per quest’ultima rubrica potrete suggerire brani, artisti o generi preferiti scrivendo all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ascoltare Slash Radio o per il modulo web per intervenire: http://www.uiciechi.it/radio/radio.asp
Per chiamare durante la diretta: 06/92 09 25 66.   
Per i possessori dell'assistente vocale Alexa, con l'apposita skill attivata, basterà pronunciare i comandi: "Alexa, AVVIA Slash Radio Web"  o "Alexa, APRI Slash Radio Web".

Corsi Universitari di Fisioterapia accessibili ai non vedenti

L’Ufficio Lavoro e Previdenza della Sede Centrale UICI (06/69 98 83 12 , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) informa dei bandi per le prove di ammissione al corso di laurea in Fisioterapia, accessibili a persone con disabilità visiva. Si riportano di seguito le sedi universitarie e le date di scadenza:
Università di Firenze, scadenza bando 14 agosto 2020;
Sedi universitarie di Torino, scadenza bando 10 agosto 2020;
Università di Napoli, Federico II, scadenza bando 7 agosto 2020;
Unife, Ferrara-Sede distaccata di Bolzano, scadenza bando 3 agosto 2020.
Maggiori informazioni potranno essere acquisite consultando direttamente il bando del singolo Ateneo.
Ricordiamo altresì la possibilità per i fisioterapisti non vedenti di iscriversi all’Albo professionale nazionale dei terapisti della riabilitazione non vedenti di cui alla legge n. 29/1994 e della legge 68/1999.

Soggiorno terza età "Sole di settembre"

Comunichiamo che il secondo periodo del soggiorno estivo presso la casa vacanze di Tirrenia Centro “Le Torri, Giuseppe Fucà - Olympic Beach Hotel", si svolgerà dal 12 al 26 settembre 2020. L’offerta del soggiorno a persona, valida anche per gli accompagnatori, prevede tariffe agevolate e articolate in diversi importi, in base alla sistemazione logistica scelta.
Per informazioni dettagliate rimandiamo al comunicato I.Ri.Fo.R. N. 22 presente in forma digitale sul sito internet http://www.irifor.eu/ Olympic Beach Le Torri , telefono 050/32 270 , fax. 050/37 485 , e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Agli interessati suggeriamo di verificare la possibilità di fruire del bonus “vacanze” previsto dal DL 33/2020 ed eventuali, successive modificazioni e integrazioni.

Ventiquattresima edizione del concorso “Beretta-Pistoresi”

È indetto il concorso per l’assegnazione delle borse di studio Beretta Pistoresi 2020 riservato a studenti minorati della vista diplomati o laureati tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019 che non abbiano compiuto i quaranta anni di età. Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 31 ottobre 2020.
Il comunicato n°116 è presente in forma digitale sul sito della sede centrale: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Da altre Sezioni UICI

Gita sociale UICI Como "Gran tour in Friuli Venezia Giulia"

La sezione territoriale UICI di Como propone un tour in Friuli Venezia Giulia dal 8 al 11 ottobre 2020. Con visita alle sue province e ai principali siti di interesse artistico culturali.
La quota di 450 euro comprende: viaggio andata e ritorno in Pullman GT – Sistemazione in Hotel 3 stelle superiore Trattamento di Pensione completa e Servizio guida.
Per il programma dettagliato e prenotazioni rivolgersi alla sezione UICI di Como Telefono 031/57 05 65 , email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 20 agosto con acconto di euro 100. Saldo entro il 20 settembre 2020.

Conclusioni

Certo di interpretare il pensiero di tutto il Consiglio della Sezione nell’augurarvi di trascorrere serenamente i prossimi giorni di questo agosto, dandovi appuntamento a martedì 1 settembre con il nuovo notiziario, a voi lettori o ascoltatori un cordiale saluto.

Il Presidente Alberto Piovani

 

Servizio Civile Universale in UICI Milano

Servizio Civile Universale in UICI Milano

In questa pagina verranno mostrate le informazioni utili ai giovani interessati per un futuro progetto con il Servizio Civile.

Al momento la Sezione territoriale di Milano non ha progetti di prossima attivazione.