Assemblea 15 aprile 2021

ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE TERRITORIALE DI MILANO PER L’ANNO 2021 AVVISO DI CONVOCAZIONE DIRITTO DI PARTECIPAZIONE

Care Socie e cari Soci,

Vi comunico, che l’Assemblea Ordinaria della Sezione territoriale di Milano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus - APS è convocata per il giorno 15 aprile 2021 in videoconferenza sulla piattaforma Zoom Meetings, alle ore 17:00 in prima convocazione e alle ore 18:00 in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti.

Ordine del Giorno:

  1. Nomina del Presidente e del Vicepresidente dell’Assemblea.
  2. Nomina del Segretario dell’Assemblea.
  3. Nomina di tre questori per l’organizzazione assembleare.
  4. Nomina di tre scrutatori per le votazioni palesi.
  5. Relazione attività svolta nell’anno 2020: discussione, valutazione e votazione.
  6. Bilancio consuntivo anno 2020: discussione, valutazione e votazione.
  7. Varie ed eventuali.

Secondo quanto previsto dall’art. 19, comma 6, del Regolamento Generale “Tutta la documentazione inerente l’ordine del giorno dell’Assemblea sarà pubblicata sul sito sezionale in formato accessibile, e sarà resa disponibile a tutti i soci presso la Sezione” previo appuntamento, a partire dal giorno 6 aprile 2021. 

Si potrà ascoltare, intervenire in assemblea ed esprimere il proprio voto sui documenti, in modalità videoconferenza attraverso la piattaforma Zoom Meetings, accedendo da PC, tablet o smartphone oppure da un semplice telefono fisso o mobile (come da indicazioni dettagliate riportate nella NOTA in calce).

Modalità di partecipazione

Partecipano all’Assemblea, con i diritti di cui all’art. 3 dello Statuto Sociale, i soci effettivi e tutori, che siano in regola con il tesseramento in ottemperanza a quanto previsto nell’art. 3 del Regolamento Generale, nonché i nuovi soci che risultino regolarmente iscritti alla data di svolgimento dell’Assemblea stessa. Hanno facoltà di presenziare, senza diritto di voto e di parola, anche i soci non in regola con il pagamento della quota associativa.

L’Assemblea è valida in prima convocazione quando sia presente la metà più uno dei soci effettivi, in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti (art. 19, comma 2, Regolamento Generale).

Chi ha diritto di voto

I soci effettivi maggiorenni e i soci tutori, purché iscritti al 31 dicembre 2020 ed in regola con il pagamento della quota associativa, compreso l’anno 2021.

 

Cordiali saluti,

Il Presidente Alberto Piovani

 

NOTA: PER COLLEGARSI E PARTECIPARE ALL’ASSEMBLEA

Unione Italiana dei Ciechi Milano ti sta invitando a una riunione pianificata in Zoom.

Argomento: Assemblea ordinaria Soci 2021

Giorno: 15 aprile 2021 Ora: 17:00

Entra nella riunione in Zoom:
https://zoom.us/j/97764709957

ID riunione: 977 6470 9957


Oppure da telefono fisso o cellulare componi in base alla tua posizione uno dei seguenti numeri:

  • +39 069 480 6488
  • +39 020 066 7245
  • +39 021 241 28 823

e inserisci il codice riunione: 977 6470 9957 seguito per due volte dal tasto cancelletto.

 

RELAZIONE MORALE PER L’ANNO 2020

"Carissimi tutti,

consapevole degli importanti impegni che interesseranno la nostra Sezione nel corso del prossimo anno vi segnalo gli obiettivi più significativi che l’Unione di Milano ha in animo di raggiungere nell’anno 2020.

In particolare ricordo che in occasione dell’assemblea della prossima primavera saremo impegnati ad eleggere il nuovo Direttivo Sezionale, i Consiglieri Regionali, e i nostri rappresentanti al Congresso. In questa occasione dovremo tutti impegnarci affinché le procedure congressuali non siano vissute con leggerezza, coscienti che nel 2020 saranno celebrati i cento anni dell’Unione, una ricorrenza nel corso della quale dovranno essere richiamati e riproposti i valori fondanti del nostro sodalizio.”

Care amiche, cari amici,

con queste righe iniziava la relazione programmatica per l’anno 2020 senza che nulla lasciasse presagire quanto, da lì a pochi mesi, sarebbe potuto accadere riuscendo a stravolgere tutti i nostri programmi e le nostre aspettative.

Oggi, a distanza di più di un anno, scriviamo questa relazione con la consapevolezza di non aver potuto in alcun modo mantenere fede a tutte le promesse e avendo ben impressi nella mente di tutti noi i termini pandemia, DPCM, emergenza sanitaria, contagi, terapia intensiva, distanziamento sociale, FFP2, sanificazione, igienizzazione, e molti altri che avremmo voluto rimanessero utopici.

Nessuno può aver dimenticato che dalla metà del mese di marzo 2020 fino alla fine del mese di aprile, abbiamo convissuto con il distanziamento sociale, chiusi in casa, lontani dagli affetti, da ogni rapporto umano e al contempo, per chi era rimasto a Milano, anche con la difficoltà di reperire i generi di prima necessità, compresi quelli alimentari.

Abbiamo vissuto quel periodo surreale nel silenzio assordante della nostra città, quel silenzio rotto soltanto dal lugubre ululato delle sirene delle ambulanze che a ogni ora, del giorno e della notte, accompagnavano in ospedale uomini e donne contagiati consapevoli che molti di loro non avrebbero mai più fatto ritorno a casa, dai loro cari.

Le immagini dei mezzi militari che lasciavano Bergamo con il loro drammatico carico ne sono divenute l'emblema. Nessuno può aver dimenticato che a Milano, come nel resto d'Italia, a ore e giorni fissi tutti noi si cantava dai balconi per cercare di lenire la solitudine e per esorcizzare un virus arrivato da lontano, pressoché sconosciuto, denominato Covid-19, che continuava, e continua, a mietere vittime.

Nessuno può aver dimenticato la pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori che sorvolava i cieli delle grandi città in segno di rispetto e di condivisa vicinanza alle popolazioni colpite.

In questo drammatico scenario la nostra Sezione ha dovuto, come il resto del mondo, adottare rapidamente nuove modalità operative e convertirsi a una nuova gestione al fine di ottemperare alle disposizioni governative, che comunque consentissero di svolgere le poche attività possibili in presenza e nel pieno rispetto delle norme per la massima sicurezza di tutti.

Solo a partire dal mese di maggio, era il giorno 4, la Sezione ha potuto riaprire parzialmente i suoi battenti, non prima di esserci organizzati con Termoscanner, mascherine, gel e dopo avere sanificato la Sede.

Da quel momento abbiamo cercato a fatica di riprendere le nostre attività e quei servizi indispensabili per i Soci che ne hanno fatto richiesta.

Da quel 4 maggio non vi è stata alternativa all'introduzione degli appuntamenti per tutti coloro che dovevano recarsi presso i nostri uffici non potendo in alcun modo trovare risposte ai loro bisogni attraverso le nuove modalità a distanza.

Purtroppo la nostra Sezione si è trovata nella necessità di utilizzare gli ammortizzatori sociali, ricordiamo infatti che dal mese di maggio tutto il personale, a turno, passa in cassa integrazione, e nonostante il regime ridotto, non ha mai fatto mancare il proprio supporto a chi ne ha avuto bisogno sia per gli aspetti strettamente legati alla segreteria soci, sia a quelli afferenti le pratiche di patronato nonché a quello relativo alla campagna fiscale per le dichiarazioni dei redditi 2020, grazie alla rinnovata convenzione con Anmil.

Ricordiamo che, in aggiunta a tutte le implicazioni dovute alla emergenza sanitaria, la nostra stamperia ha dovuto fermare la sua produzione in due diversi periodi dell'anno per importanti guasti meccanici la cui risoluzione ha richiesto tempi di attesa ben più lunghi del normale visto il particolare periodo; siamo comunque riusciti durante l'anno a recuperare e a mantenere fede agli impegni presi con i lettori dei periodici in Braille.

Anche il servizio del Libro Parlato erogato dalla nostra Sezione, a parte il primo periodo di smarrimento, è stato riorganizzato riuscendo a garantire, durante tutto il 2020, la produzione e la distribuzione degli audiolibri agli utenti, non pochi, interessati.

Nel primo periodo di chiusura totale la Sezione ha attivato, grazie alla disponibilità di alcuni Soci, unitamente all'iniziativa promossa dalla Sede Centrale, un servizio telefonico a sostegno di coloro che, nella condizione di essere soli in casa, ne facevano richiesta con lo scopo di trovare un supporto psicologico o per avere semplicemente compagnia scambiando due chiacchiere.

Sempre nel primo periodo di lockdown, abbiamo chiesto e ottenuto che due importanti realtà della grande distribuzione, Esselunga e Cortilia, introducessero, analogamente a quanto già avvenuto in passato, presso i normali punti vendita, le corsie preferenziali riservate ai disabili per la spesa online. Attraverso questi fornitori è stato nuovamente possibile fare acquisti in massima sicurezza riducendo al contempo i tempi di attesa per le consegne.

E’ stato chiesto e ottenuto, anche grazie al prezioso contributo dei Soci, a seguito dell'iniziativa promossa dal Consiglio Regionale con l'Assessorato regionale ai trasporti, che sull'intera flotta di mezzi ATM (di superficie e delle metropolitane) venissero diffusi annunci audio mirati a prestare attenzione e fornire aiuto ai non vedenti al fine di mantenere le distanze di sicurezza.

Il Comune di Milano ha accolto i nostri suggerimenti e grazie alla collaborazione con Croce Rossa e Protezione Civile, è stato potenziato e sensibilizzato nei confronti dei non vedenti il servizio “Milano Aiuta”.

Prima del DPCM di fine aprile, infatti, gli unici volontari in grado di muoversi senza limitazioni erano solo loro, noi non abbiamo potuto in nessun modo continuare a fornire il prezioso servizio di accompagnamento.

Quel servizio che per la prima volta dopo tanti anni, con grande dispiacere, ha dovuto forzatamente essere sospeso sia per le implicazioni dovute alle disposizioni volte a contrastare la pandemia sia alla drastica riduzione delle disponibilità dei volontari della società civile, purtroppo non avvicendati dalle nuove leve del Servizio Civile Universale.

Anche il nostro Circolo ha risentito di questo periodo. Sono state infatti, sospese tutte le attività in presenza convertendole, dove possibile, in modalità a distanza attraverso l'adozione delle piattaforme di videoconferenza disponibili in grado di eliminare la necessità di spostamento e di utilizzo dei locali di via Bellezza.

Tutti abbiamo dovuto imparare i nomi di queste nuove tecnologie e rapidamente impararne i diversi modi di funzionamento. Sono state adottate da tutta l'Unione e anche alla Sezione hanno permesso lo svolgimento nel mese di luglio dell’ Assemblea elettiva, imprescindibile primo passaggio per poter arrivare alla celebrazione del Congresso dell'Unione svoltosi poi regolarmente nel mese di novembre con la medesima modalità a distanza.

Grazie a queste tecnologie però è stato possibile sperimentare online, anche la realizzazione di un corso di lingua inglese, per principianti e non, corso che ha lasciato i partecipanti talmente soddisfatti che la Sezione lo sta riproponendo anche quest’anno.

Un’altra iniziativa a distanza che vale la pena di essere ricordata, è stata la realizzazione dell’evento “Talenti invisibili”, perfettamente riuscita grazie a un nuovo amico che certamente coinvolgeremo ancora, non appena sarà possibile, per riproporla in presenza presso i locali di via Bellezza.

Anche la tradizionale festa di Santa Lucia della nostra Sezione si è svolta allo stesso modo. Il 19 dicembre, purtroppo senza poter contare sul caldo e prezioso abbraccio della prestigiosa Sala Barozzi, comunque a noi riservata fino all'ultimo dalla Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano, abbiamo potuto, almeno virtualmente, stare insieme.

Anche a questo unico e prezioso privilegio abbiamo dovuto rinunciare, anche lì le nostre speranze di ripresa si sono è infrante contro il muro di colore rosso in cui si trovava Milano nel periodo della seconda ondata della Pandemia.

In conclusione di questa relazione non possiamo evitare di scrivere alcune righe riferite agli aspetti finanziari, con i quali la nostra Sezione ha dovuto fare i conti e inevitabilmente subirne le conseguenze.

Abbiamo già scritto del ricorso per tutto il personale alla cassa integrazione e qui aggiungiamo che, non poteva andare diversamente per noi, una grande sofferenza è arrivata dai tantissimi mancati introiti relativi agli affitti, ai mancati proventi derivati dalla convenzione riferita agli spazi pubblicitari sui nostri Botteghini della Fortuna e alle mancate realizzazioni delle vendite immobiliari che erano previste nel 2020. A supporto e in modo dettagliato vi saranno altri e specifici documenti che illustreranno i dati.

Tuttavia a compensazione, inattesa e assolutamente imprevista, non possiamo esimerci dal ricordare la notizia, già resa nota in occasione dell'Assemblea di luglio, circa il grande regalo che il nostro compianto Giuseppe Gilli ha voluto fare con grande generosità alla Sezione della quale è stato per tanti anni vicepresidente. Come i documenti contabili che a breve sottoporremo all'attenzione dei presenti confermeranno, solamente grazie all'eredità di Giuseppe la nostra Sezione ha potuto risalire quella china nella quale pericolosamente era discesa, riuscendo a mantenere fede e rispettare tutti i suoi molteplici impegni.

Eccoci ora alle ultime righe di questa relazione che, come tutte quelle che l'hanno preceduta, non possono non iniziare con l'espressione dei ringraziamenti sinceri rivolti a:

tutto il personale dipendente e ai collaboratori senza il cui operato, nonostante le tante difficoltà e i sacrifici richiesti, non si sarebbe potuto realizzare molto di quanto fatto;

ai componenti del vecchio Consiglio che hanno guidato la Sezione fino all'avvicendamento avvenuto a luglio;

al vecchio collegio dei Sindaci Revisori che fino all'avvicendamento con dedizione hanno controllato e garantito che tutte le operazioni contabili venissero compiute nel pieno rispetto delle norme e del regolamento amministrativo;

al nuovo Organo di Controllo che ha raccolto il testimone del collegio dei Sindaci Revisori allineando il proprio operato con i maggiori impegni e le maggiori responsabilità discendenti dalle nuove disposizioni normative;

a tutti i Soci che non hanno mai fatto mancare la loro vicinanza e che hanno contribuito con le loro richieste e le loro critiche costruttive a dare stimolo e forza per superare anche i momenti più drammatici del 2020.

Gli ultimi grazie vadano al vecchio e al nuovo Consiglio Regionale che non ha mai fatto mancare il suo supporto alla nostra Sezione, così come non è mai mancato quello della Sede Centrale nella sua dimensione apicale, la massima espressione della nostra Associazione che, nonostante i suoi cento anni compiuti proprio nel 2020, si dimostra sempre giovane e attenta, vigilando sulle esigenze di tutti noi.

Per il Consiglio Direttivo, il Presidente Alberto Piovani

 

 

CONTO CONSUNTIVO

ESERCIZIO 2020

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS

Sezione Territoriale di Milano

 

SITUAZIONE FINANZIARIA

Il risultato conclusivo del Bilancio in oggetto presenta, al 31 dicembre 2020:

- Disavanzo di Cassa di euro -238.523,53 determinato da:

  • UBI Banca c/c 2150: euro -85.969,79
  • Intesa San Paolo Spa c/c 174315: euro -164.056,32
  • Intesa San Paolo Spa c/c 10972: euro 757,34
  • c/c Postale period. Stamperia n. 57073207: euro 2.174,99
  • c/c Postale Propaganda n. 778209: euro 4.229,30
  • avanzo cassa Circolo P. Bentivoglio: euro 4.340,95

(escluso: UBI Banca c/c 39953 cauzioni immobili euro 32.800,22)

- Avanzo di Amministrazione di euro 288.777,62.

Di seguito, viene riportato il prospetto di calcolo che tiene conto, oltre che del Disavanzo di Cassa, dell’ammontare delle somme rimaste da incassare e da pagare accertate alla data del 31/12/2020.

 

Banca (UBI e Intesa San Paolo)

Saldo iniziale del conto: euro 137.313,50

Totale incassi dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 378.708,21

Totale pagamenti dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 765.290,48

Saldo al 31/12/2020: euro -249.268,77

 

Posta (c/c Stamperia e c/c Propaganda)

Saldo iniziale c/c postali: euro 6.482,24

Totale incassi dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 8.107,97

Totale pagamenti dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 8.185,92

Saldo c/c Postale: euro 6.404,29

 

CASSA ECONOMATO

Saldo iniziale: euro 9.030,65

Totale incassi dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 11.399,41

Totale pagamenti dal 01/01/2020 al 31/12/2020: euro 16.089,11

Saldo al 31/12/2020: euro 4.340,95

 

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE

euro

Avanzo di cassa all’1/1/2020

152.826,39

Flussi finanziari derivanti dall’attività operativa

-  338.379,92

Flussi finanziari derivanti dall’attività investimento

-  9.418,36

Flussi finanziari derivanti dall’attività di finanziamento

- 43.551,64

Disavanzo di Cassa al 31/12/2020

-238.523,53

 

Saldo Banca

-249.268,77

Saldo Posta

6.404,29

Saldo cassa contanti

4.340,95

Disavanzo di Cassa al 31/12/2020

-238.523,53

  

Disavanzo di Cassa al 31/12/2020

-238.523,53   

- Somme rimaste da incassare

1.665.692,44

 

 

1.427.168,91

-

- Somme rimaste da pagare

362.014,35

=

(Avanzo di Amministrazione al 31/12/2020 PRIMA DEI FONDI)

1.065.154,56

 

(Avanzo di Amministrazione al 31/12/2020 PRIMA DEI FONDI)

1.065.154,56

-

Fondo controversie legali

28.000,00

-

Fondo investimenti (progetto Botteghini)

70.000,00

-

Fondo spese manutenz. immobili e bonifica Valcaffaro

360.000,00

-

Fondo svalutazione crediti

318.376,94

=

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AL 31/12/2020

288.777,62

 

 

 

Elenco somme rimaste da incassare al 31/12/2020

CAPITOLO

DESCRIZIONE ANALITICA DELLE PARTITE

RESIDUO €

610.00020

Fondazione Cariplo Progetto Extrabando 2019-4672

35.000,00

614.00010

Spese Comuni Regionale

7.818,32

610.00020

Prov. raccolta fondi mater. recuperabile (Nord Recuperi)

22.000,00

608.00010

Eredità Gilli

974.123,82

616.00021

Affitti 2020

16.595,43

616.00010

Spese Immobili 2020

4.666,89

612.00010

Tesseramento Sede Centrale 2020

7.476,82

230.01512

Crediti v/terzi (Galleria del Corso 4) 2020

47.044,43

230.01512

Crediti v/terzi (Galleria del Corso 4) anni prec.

235.694,05

230.01010

Crediti verso Presidenza Nazionale 2020

54.448,36

230.01010

Crediti verso Presidenza Nazionale 2019

76.999,19

230.00010

Crediti verso Enti Pubblici (Reg. Lomb. Terreni Gavirate)

35.586,18

230

Crediti verso altri

135.755,24

230

Credito vs/UICI Regionale per anticipazione anni 2010-2011       

10.582,32

236.00150

Bonus Renzi DL 66/2014 Bonus Fiscale

1.901,39

 

TOTALE

1.665.692,44

 

 

Elenco Somme rimaste da pagare al 31/12/2020

CAPITOLO

DESCRIZIONE ANALITICA DELLE PARTITE

RESIDUO €

530

Fatture fornitori

12.123,45

718.00020

Spese Ordinarie Immobili

31.787,96

718.00030

Spese Straordinarie Immobili

19.612,07

780.00430

Saldo tesseramento Regionale 2020

3.629,40

780.00430

Tesseramento Sede Centrale 2020

6.055,04

410

Tfr dipendenti

277.397,09

556

Debiti verso erario (tributari)

8.696,07

560

Debiti verso enti previdenziali

2.713,27

 

TOTALE

362.014,35

 

 

CONTO ECONOMICO 

 

---- C O S T I (Valori in Euro)----

 

Codice

Descrizione

Importo

702.00010

Assemblea dei soci

2.761,18

702.00040

Ufficio di Presidenza

5.261,40

704.00010

Stipendi ed assegni fissi

218.806,80

704.00041

Costi per ticket restaurant

129,38

704.00050

Oneri previdenziali dipendenti

41.188,82

704.00075

Oneri previdenziali collaboratori

225,91

704.00080

Formazione del personale

228,14

704.00090

Oneri assicurativi INAIL

724,14

704.00160

Accantonamento fondo TFR

21.764,29

704.00170

Oneri di Rivalutazione TFR

694,84

706.00121

Iniziative a favore dei soci

14.864,39

706.00150

Iniziative culturali e ricreative

11.290,90

707.00033

Trasf. Cons. Reg. LOMBARDIA

5.106,21

707.00100

Trasf. sede Nazionale

1.897,00

712.00010

Oneri finanziari

3.075,47

712.00021

IMU

35.884,00

714.00010

Sopravvenienze passive

786,47

714.00040

Accantonamento spese legali

28.000,00

714.00050

Svalutazione crediti

250.000,00

714.00070

Accant.to fondo spese manut. immob.

360.000,00

714.00080

Accantonamento fondi vincolati

70.000,00

716.00010

Acquisto materiali di consumo

5.402,81

716.00011

Spese di cancelleria

3.779,13

716.00020

Spese telefoniche

10.666,56

716.00030

Spese informatiche

460,34

716.00040

Spese postali e di spedizione

6.291,54

716.00042

spese tenuta c/c postale

185,92

716.00050

Spese bancarie

1.312,86

716.00060

Spese di rappresentanza

2.786,80

716.00070

Spese di locomozione

584,79

716.00072

Rimborsi spese volontari

1.684,30

716.00080

Spese di energia elettrica

15.490,33

716.00090

Spese di riscaldamento

1.467,15

716.00091

Spese per Acqua

827,90

716.00120

Spese per pulizie

653,98

716.00125

Attrezzature varie

1.542,92

716.00140

Spese per sicurezza

976,00

716.00150

Acquisto di pubblicazioni e giornali

44,90

716.00160

Spese di assicurazioni diverse

4.180,48

716.00182

Spese amministrative diverse

269,14

716.00184

Costi per smaltimento rifiuti

61,00

716.00185

Spese Attrez.e Mat.per Sanificazione

799,62

716.00186

Spese servizi sanificazione

3.650,00

716.01000

Costi per servizi internet

2.167,94

716.01002

Spese varie

4.685,10

716.01008

Rimborso spese trasporto (taxi, treno)

1.238,16

716.10001

Manutenzioni e riparazioni

11.883,19

716.10009

Spese per carta

5.096,00

716.10041

Spese Assistenza Tecnica

384,23

718.00010

Spese assicurazione fabbricati

9.145,58

718.00020

Spese di manut. ordinaria fabbricati

66.145,67

720.00020

Manifestazioni, iniziat.-Fundraising

4.024,29

724.00040

Costi per consul. fiscale e simili

23.009,89

724.00050

Costi per consulenze tecniche

3.522,75

724.00080

Costi per consulenze notarili

7.447,88

728.00001

Manutenzione automezzi

245,22

730.00010

Fitti passivi

15.350,08

730.00221

Noleggio macchine ufficio

1.720,23

730.00320

Canoni d'uso licenze software

266,74

742.00120

Compensi collaboratori co. co.

13.587,41

742.00130

Compensi collaboratori occasionali

2.918,00

750.00160

Amm. macchinari ed attrezzature

41.556,28

750.00310

Amm. mobili ed arredi

2.459,22

780.00420

Costi per multe e ammende

159,36

780.00430

Costi per quote associative

18.530,15

780.00810

Costi vari di gestione

1.271,48

784.00120

Int. passivi su mutui

4.866,78

790.00020

Costi per imposte di registro

2.747,42

790.00070

Costi per tassa sui rifiuti

1.074,00

790.00210

Altre imposte e tasse

49,36

 

Totale COSTI : € 1.382.060,22

Utile d'Esercizio : € 4.096,41

Totale a Pareggio : € 1.386.156,63

 

---- R I C A V I (Valori in Euro)----

 

Codice

Descrizione

Importo

602.00010

Abbonamenti a riviste e periodici

4.373,90

604.00010

Lavorazioni per conto terzi

78,00

606.00020

Contributi ordinari da enti pubblici

41.698,30

608.00010

Eredità e donazioni libere

974.123,82

608.00040

Contributi 5x1000

34.014,29

608.00110

Contributi presidenza nazionale UICI

990,00

608.00120

Contributi consiglio regionale

2.539,97

608.00140

Contributi da soci

2.785,06

608.00210

Contributi per prestazioni servizi

3.430,00

608.00901

Contributi non soci (privati)

6.726,30

610.00020

Contributi da settore privato

44.432,53

612.00010

Quote associative ordinarie

40.142,45

614.00010

Recupero spese e rimborsi

13.060,84

614.00050

Rimborsi

263,93

616.00010

Locazione immobili

33.880,44

616.00021

Fitti attivi

169.245,37

618.00010

Interessi attivi di c/c

12,52

620.00010

Sopravvenienze attive

2.217,13

624.00050

Altre iniziative

2.190,00

624.00060

Attività di fundraising

4.650,00

640.00410

Altri ricavi

4.581,78

640.00613

Erogazioni liberali

720,00

 

Totale RICAVI : € 1.386.156,63

Totale a Pareggio : € 1.386.156,63

 

 

SITUAZIONE ECONOMICA

 

Dall'analisi dei dati della gestione 2020 emerge come il volume dei ricavi sia pari a 1.386.156,63 euro mentre il totale dei costi ammonta a 1.382.060,22 euro, l’utile di esercizio si assesta quindi a 4.096,41 euro (il disavanzo di esercizio del 2019 è stato invece di 81.901,28 euro).

Sull’andamento della gestione è da registrare una generale riduzione degli oneri e costi rispetto all’anno precedente, in particolare per le risorse umane, per lavoro non dipendente e di supporto generale a causa anche del lockdown nazionale per epidemia da Covid-19 che ha impattato fortemente sulle attività della sezione. Gli uffici difatti sono stati chiusi nel primo periodo di lockdown e si è fatto ricorso allo strumento della cassa integrazione e dello smartworking per il personale dipendente. Inoltre alcune attività e progetti che richiedevano la presenza in sezione sono stati sospesi o posticipati a causa della pandemia oppure svolti con modalità da remoto qualora possibile. Tuttavia è sempre stato garantito il supporto ai soci attraverso le nuove modalità di lavoro a distanza e introducendo gli appuntamenti in sezione a partire dal mese di maggio per i servizi indispensabili.

Anche i ricavi da attività ordinaria hanno risentito fortemente della crisi da Covid-19. In particolare si registra un calo nei proventi da raccolta fondi, nei proventi da gestione patrimoniale (affitti) e soprattutto nei proventi della pubblicità dei botteghini, i quali sono stati azzerati nel 2020 in quanto la società locataria dei monitor non è stata in grado di versare il canone annuale anticipato durante l’anno trascorso. Per tale motivo è stato raggiunto un accordo per il versamento di un canone ridotto del 50% da versarsi solo nei primi mesi del 2021.

Di contro, nel corso del 2020, è stata registrata una consistente eredità che ha consentito la creazione di diversi fondi di accantonamento per opere necessarie e non prorogabili quali ad esempio il fondo spese per i lavori di bonifica del cortile di Via Valcaffaro 1 e per la manutenzione di alcuni immobili per complessivi euro 360.000,00, il Fondo investimenti per l’ampiamento del progetto Botteghini della Fortuna per euro 70.000,00, il Fondo controversie legali per euro 28.000,00 e infine di incrementare il Fondo svalutazione crediti per un totale di euro 318.376,94.

 

Per quanto riguarda i RICAVI:

 

Tra i contributi da enti pubblici, il contributo annuale ordinario LR 1/2008 è per l’anno corrente pari ad euro 41.689,30 in sostanziale parità rispetto al contributo dell’anno precedente.

Tra i contributi da privati si registra una importante e inaspettata eredità del compianto Giuseppe Gilli per un totale di euro 974.123,82, in gran parte già incassata alla data di scrittura del presente documento e che ha permesso di rientrare dei fidi bancari accesi con i due istituti di credito.

Nel corso dell’anno sono stati accreditati due contributi del 5 per 1000 per gli anni 2018 e 2019 pari a euro 16.428,54 (5 per 1000 anno 2018) ed euro 17.585,75 (5 per 1000 anno 2019).

Per quanto riguarda il progetto sviluppato con il Consiglio Regionale dello Spazio Disabilità di Regione Lombardia, è da registrare il solo ricavo relativo al 1° quadrimestre 2020 per euro 2.539,97 (Contributi Consiglio Regionale).poiché la comparsa della pandemia ha causato la conclusione forzata della partecipazione da parte della Sezione di Milano a tale progetto per tutto il periodo di emergenza.

I contributi da settore privato ammontano ad euro 44.432,53.

Tra i contributi da settore privato si registra il contributo per il saldo del progetto di Fondazione Cariplo relativo al servizio di accompagnamento imputato per la quota parte 2020 pari a euro 33.333,33, il contributo 2020 per la raccolta di indumenti usati pari a euro 9.000,00 da parte della società Nord Recuperi che tuttavia è morosa e infine il rimborso spese per il servizio di patronato Anmil di euro 2.099,20.

Il ricavo per le quote associative ammonta ad euro 41.142,45 in sostanziale parità rispetto allo scorso anno, in questo capitolo sono registrati gli incassi totali delle quote sociali, mentre la quota parte che viene versata alla sede centrale e al consiglio regionale è imputata nella voce “costi per quote associative”.

Nel recupero spese e rimborsi è conteggiato il credito per le spese comuni annuali della sede per la parte del Consiglio Regionale Lombardo (euro 7.818,32) e le spese relative alle tasse IMU/Tasi dell’immobile di Galleria del Corso 4 a carico degli occupanti.

I proventi per la gestione patrimoniale ammontano a euro 203.125,81 di cui di canoni di affitto (fitti attivi) 169.245,37 ed euro 33.880,44 di spese condominiali rifuse (registrate come locazione immobili). L’importo dei ricavi è in calo rispetto all’anno precedente in quanto si sono registrate due risoluzioni anticipate dei contratti di affitto di Via Padova 196 e di Via Soffredini 77, tali immobili non sono stati ancora locati in quanto non versano in buone condizioni e necessitano di lavori di ristrutturazione e messa a norma. Tra i fitti attivi si segnalano euro 46.671,78 di proventi quale credito relativo agli interessi annuali di Galleria del Corso 4 per i quali è in corso una causa con gli occupanti dell’immobile e relativamente alla quale è stata pignorata una proprietà a tutela del credito vantato da UICI.

Come già riportato pocanzi i proventi del 2020 dell’attività profit - Proventi attività accessorie - derivanti dal contratto stipulato con la Domminaction nell’ambito del progetto con il Comune di Milano dei “Botteghini della Fortuna” per il noleggio dei monitor pubblicitari non hanno registrato alcun introito nell’anno corrente.

I proventi da raccolta fondi hanno risentito fortemente dello stato di emergenza nazionale da Covid 19 e delle relative limitazioni agli spostamenti e lockdown. Molte iniziative e attività, anche prestigiose e importanti legate al centenario dell’UICI (quali ad esempio i concerti in programma alla Scala di Milano in collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano) sono state prima posticipate e poi del tutto annullate a causa dell’aggravarsi dello stato di emergenza Covid. Ciò ha inevitabilmente influito sui proventi da raccolta fondi che ammontano ad euro 6.840,00.

Infine nel capitolo degli Altri ricavi ordinari si registra il saldo della cassa del Circolo Paolo Bentivoglio per euro 4.581,78 ed erogazioni liberali per complessivi euro 720,00.

 

Per quanto riguarda i COSTI:

 

Tutte le principali voci relative agli oneri e costi hanno subito una contrazione durante l’anno eccetto il capitolo di spesa relativo agli oneri straordinari.

Si registra una diminuzione dei costi alla voce stipendi il cui costo, esclusi gli oneri previdenziali, si attesta ad euro 218.806,80. A tale riduzione si è giunti anche grazie al ricorso alla cassa integrazione per tutto il personale dipendente attuata, a partire dal mese di aprile 2020, con i decreti legislativi dovuti all’emergenza da Covid-19.

Il totale degli oneri per le risorse umane ammonta ad euro 283.762,32 incluso l’accantonamento fondo TFR di euro 21.764,29.

Sono esclusi da tale importo i costi per lavoro non dipendente il cui totale è di euro 16.505,41 e si riferisce in particolare ai compensi per collaboratori del servizio di accompagnamento e collaboratori co.co della Sezione, tali costi risultano in forte diminuzione rispetto agli anni precedenti in quanto a seguito dei DPCM relativi all’epidemia e alla ridotta disponibilità di volontari il servizio di accompagnamento è stato di conseguenza sospeso.

Gli oneri per attività istituzionali ammontano ad euro 26.155,29. In particolare tra le iniziative a favore di soci si segnalano i costi per la stampa del periodico Camminare Insieme e i costi sostenuti per il concerto benefico La Traviata presso il Teatro Dal Verme del 25 ottobre 2019.

Gli oneri di supporto generale ammontano ad euro 89.273,09 in contrazione rispetto all’anno precedente.

Da segnalare nelle spese di acquisto materiali di consumo le spese straordinarie dovute all’emergenza Covid quali l’acquisto del Termoscanner (posizionato all’ingresso degli uffici che consente di rilevare la temperatura dei dipendenti e degli utenti) e dei pannelli plexiglass collocati in segreteria per complessivi euro 5.402,81.

Le spese di energia elettrica di euro 15.490,33 includono anche le spese di energia relative ai chioschi dei lotteristi al momento interamente sostenute dalla sezione.

Gli oneri per la gestione patrimoniale ammontano ad euro 75.291,25 e includono le spese per assicurazione dei fabbricati di euro 9.145,58 (inclusa la polizza di assicurazione furto/incendio dei chioschi lotteristi), le spese di manutenzione ordinaria dei fabbricati di euro 66.145,67 (spese condominiali immobili) e spese di manutenzione straordinaria il cui importo è pari a zero poichè tutte le spese straordinarie degli altri immobili sono registrate tra i crediti verso la presidenza nazionale così come previsto dal regolamento amministrativo-contabile.

Si registrano costi relativi ai servizi professionali (consulenze) per un totale di euro 33.980,52, in particolare i costi per le consulenze fiscali e del lavoro ammontano a complessivi euro 23.009,89 mentre i costi notarili sostenuti per l’eredità Gilli ammontano ad euro 7.447,88. Si registrano infine consulenze tecniche propedeutiche alla vendita dell’immobile di Via C.Mezzofanti pari a euro 3.522,75.

Nei costi per godimento beni terzi di terzi sono registrati i canoni di affitto del Circolo paolo Bentivoglio (fitti passivi) il cui ammontare è di euro 15.350,08 a cui vanno sommati i costi vari di gestione del Circolo di euro 1.271,48 registrati nei costi diversi di gestione. Si fa presente che a partire dal mese di marzo 2020 tutte le attività del Circolo in presenza sono state sospese a causa della pandemia e convertite, dove possibile, in modalità di partecipazione a distanza con l’utilizzo delle nuove tecnologie. Pertanto è stato possibile partecipare ad un bando del Comune di Milano per il rimborso di alcune mensilità del canone di affitto, queste risorse in caso di accettazione della domanda saranno incassate nel corso del 2021.

Per quanto riguarda i costi inerenti l'attività profit relativa ai Botteghini della Fortuna sono da registrare gli interessi passivi per mutuo contratto con l’istituto bancario per € 4.866,78 oltre alle spese di Ammortamento macchinari ed attrezzature dei chioschi e dei monitor per euro 41.556,28 e le spese per assicurazione ed elettricità già sopra menzionate.

Infine si registrano i seguenti costi per imposte indirette per euro 3.870,78, oneri IMU e finanziari per euro 38.959,47 mentre il costo relativo alle imposte sul reddito d’esercizio (IRES) è stato registrato, così come previsto dallo statuto, tra i crediti verso la sede centrale.

 

 

 

STATO PATRIMONIALE

 

---- A T T I V I T A' (Euro)----

Codice

Descrizione

Importo

120.00010

Terreni e fabbricati

1.576.795,90

120.00160

Macchinari ed attrezzature

419.010,67

120.00310

Mobili e arredi

21.356,39

230.00010

Crediti verso Enti Pubblici

35.586,18

230.00040

Crediti verso Enti Privati

35.000,00

230.00315

Crediti vs altri

1.171.200,52

230.01010

Crediti V/s Presidenza Nazionale

131.447,55

230.01030

Crediti vs Consiglio Regionale UICI

7.818,32

230.01512

Crediti v/terzi

282.738,48

236.00150

Bonus Renzi DL 66/2014-BONUS FISCALE

1.901,39

260.00103

UBI CAUZIONI IMMOBILI C/C 39953

32.800,22

260.00105

INTESA SANPAOLO SPA C/C 10972

757,34

260.00106

C/C POSTALE Period.Stamper.57073207

2.174,99

260.00107

C/C POSTALE Propaganda 778209

4.229,30

270.00010

CASSA CONTANTI

4.340,95

 

Totale ATTIVITÁ : € 3.727.158,20

Totale a Pareggio : € 3.727.158,20

 

---- P A S S I V I T A' (Euro)----

Codice

Descrizione

Importo

260.00108

UNIONE DI BANCHE IT c/c 2150

85.969,79

260.00109

INTESA SANPAOLO SPA

164.056,32

310.00010

FONDO DI DOTAZIONE INIZIALE

1.911.415,64

410.00001

Fondo T.F.R.

277.397,09

420.00220

Fondo controversie legali

28.000,00

420.00420

fondo spese manut. immob.

360.000,00

450.00080

FONDO PER SPESE IMPREV. ED INVESTIM.

70.000,00

490.00160

Fondo amm. macchinari e attrezzature

168.807,11

490.00310

Fondo amm. mobili e arredi

18.455,84

495.00110

Fondo svalutazione crediti

318.376,94

510.00900

Mutui bancari

208.109,92

530

DEBITI VERSO FORNITORI

12.123,45

540.00113

Debiti vari

51.400,03

540.00220

Debiti per depositi cauzionali

27.855,88

540.01110

Debiti v/s Presidenza Nazionale

6.055,04

540.01120

Debiti v/s Consiglio Regionale

3.629,40

556.00020

IVA a debito

1.838,55

556.00120

Erario c/ritenute su retribuzioni

6.370,53

556.00240

Erario c/ritenute altro

486,99

560.00010

Debiti INPS per retribuzioni

886,29

560.00050

Debiti ex INPDAP per retribuzioni

1.806,98

560.00070

Debiti previdenza complem./sanitaria

20,00

 

Totale PASSIVITÁ : € 3.723.061,79

Utile d' Esercizio : € 4.096,41

Totale a Pareggio : € 3.727.158,20

 


ATTIVITÀ

I terreni e fabbricati sono riportati al valore di acquisto o al valore catastale e non risultano variazioni rispetto al 2019. I cespiti sono esposti al valore di inventario, mentre gli ammortamenti sono contabilizzati nei rispettivi Fondi. Il valore residuo dei beni al 31/12/2020, al netto degli ammortamenti, è il seguente:

  • 00010 Terreni e fabbricati 1.576.795,90
  • 00160 Macchinari ed attrezzature 419.010,67
  • 00310 Mobili e arredi 21.356,39

Per quanto riguarda i seguenti crediti,si rimanda per il dettaglio alla tabella “Somme rimaste da incassare” esposta nella parte iniziale del presente documento che comprende:

  • 00315 Crediti vs altri    1.171.200,52

(Nei crediti verso altri vi sono tutti i crediti, molti dei quali già riscossi nei primi mesi del 2021 come ad esempio gran parte dell’eredità Gilli, inclusi i crediti delle gestioni degli anni precedenti anche di difficile esigibilità e per i quali è stato costituito un fondo di svalutazione crediti)

  • 01030 Crediti vs Consiglio Regionale UICI      7.818,32

I crediti verso il consiglio regionale fanno riferimento al riparto per le spese comuni della sede di Via Mozart 16) 

  • 00040 Crediti verso Enti Privati      35.000,00

I crediti verso enti privati si riferiscono alla quota parte anno 2020 del progetto Fondazione Cariplo per il servizio di accompagnamento 2019-2020)

  • 00010 Crediti verso Enti Pubblici      35.586,18

I crediti verso enti pubblici i quali fanno riferimento ad un credito nei confronti di regione Lombardia per la causa inerente l’eredità Fantoni Maria e la retrocessione dei terreni di Besozzo-Gavirate alla Regione. Per questi crediti è stato formalmente richiesto il rimborso delle spese sostenute da UICI rispetto agli immobili di cui all'eredità in oggetto successivamente al deposito della sentenza della Corte di cassazione depositata il 14 ottobre 2014, anche se non è dato sapere quando saranno incassati.

  • 01010 Crediti V/s Presidenza Nazionale      131.447,55

I crediti verso la Presidenza Nazionale si riferiscono alle spese sulle imposte nazionali relative agli immobili e alle spese di manutenzioni straordinarie sostenute dalla sezione a tutela del patrimonio immobiliare, seppure lo statuto preveda la possibilità di richiedere tali importi alla sede centrale non è dato sapere quando e in che modalità tali crediti saranno incassati.

  • 01512 Crediti v/terzi      282.738,48

Nel capitolo crediti verso terzi sono conteggiati tutti i crediti che la sezione vanta per la causa relativa all’immobile di Galleria del Corso 4 quali le spese condominiali e tasse e gli interessi per il mancato versamento del debito residuo dei promissari acquirenti, seppure non è dato sapere quando saranno incassati lo sviluppo della vertenza è favorevole all’Unione. A tutela di tali crediti è stato disposto un pignoramento di un immobile di proprietà degli occupanti la cui messa all’asta è prevista nel corso del 2021. 

I depositi cauzionali si riferiscono alle diverse cauzioni relative agli immobili in locazione gestiti dalla Sezione di Milano:

  • 00103 UBI CAUZIONI IMMOBILI C/C 39953      32.800,22

 

PASSIVITA'

E’ stato necessario nel corso dell’anno 2020 fare ricorso a dei fidi bancari per garantire l’operatività della sezione, al 31/12/2020 si registrano pertanto le seguenti passività sui conti correnti Ubi Banca e Intesa San Paolo:

  • 00108 UNIONE DI BANCHE IT c/c 2150 85.969,79
  • 00109 INTESA SANPAOLO SPA c/c 174315                164.056,32

Il Fondo di dotazione iniziale si riferisce al risultato all’attività netta complessiva a fine esercizio del 2019 e riportata nel sistema di contabilità (art. 10, regolamento amministrativo-contabile):

  • 00010 FONDO DI DOTAZIONE INIZIALE              1.911.415,64

Il Fondo Trattamento di Fine Rapporto dei dipendenti reca il valore esatto del valore di accantonamento al 31/12/2020, calcolato sulla base del prospetto prodotto dallo Studio Cerri:

  • 00001 Fondo T.F.R.           277.397,09

Il Fondo Rischi Insolvenze del valore residuale di euro 68.376,94 (nel 2019 il fondo originario di euro 124.000,00 era stato già utilizzato per cancellare l’importo di euro 55.623,06 relativo alla somma di tutte le morosità al 31/12/2014) è stato incrementato di ulteriori euro 250.000,00 euro. Il fondo svalutazione crediti risulta pertanto pari a euro 318.376,94. E’ in corso un processo di analisi dei crediti ai fini da individuare i crediti ancora esigibili per cui sono state attivate le azioni legali di recupero:

  • 00110 Fondo svalutazione crediti 318.376,94

Sono stati inoltre costituiti i seguenti fondi: fondo per controversie legali (Galleria del Corso 4 e altre) per euro 28.000,00, il fondo per spese di manutenzione degli immobili (in particolare Via Padova, Via Soffredini, Via Sant’Eusebio e la manutenzione della sede di Via Mozart) per euro 130.000,00, il fondo per la bonifica dell’area cortilizia di Via Valcaffaro 1 (la cui perizia di stima dei lavori del Geologo Mario Villa del 16/11/2019 è in fase di aggiornamento e il cui ingente costo è a carico per metà a UICI e per metà alla Fondazione Don Carlo Gnocchi) per euro 230.000,00 e il fondo spese investimenti per il previsto ampliamento del progetto dei “Botteghini della Fortuna” che prevede la collocazione di 3 nuovi botteghini in Corso Venezia (progetto già autorizzato dal Comune di Milano), in Corso B.Aires angolo Via Spallanzani e in Piazza Argentina per euro 70.000,00:

  • 00220 Fondo controversie legali      28.000,00
  • 00420 Fondo spese manut. immob.e bonifica 360.000,00
  • 00080 Fondo spese investimenti               70.000,00

Il valore dei mutui bancari è relativo alla parte residua del mutuo di euro 208.109,92 al 31/12/2020 con Ubi Banca (mutuo originario di 500 mila euro stipulato nel 2016), il quale finanzia l’investimento sui nuovi chioschi dei lotteristi come da convenzione stipulata con il Comune di Milano relativa al progetto denominato “Botteghini della Fortuna” che ha comportato l’acquisto e la sostituzione dei 9 chioschi presenti nel centro di Milano lungo l’asse di Corso Vittorio Emanuele II / Piazza Duomo:

  • 00900 Mutui bancari           208.109,92

Il debito per depositi cauzionali si riferisce all’importo delle diverse cauzioni relative agli immobili in locazione gestiti dalla Sezione di Milano:

  • 00220 Debiti per depositi cauzionali                27.855,88

Per quanto riguarda gli altri debiti e le altre passività indicate si rimanda alla tabella “Somme rimaste da pagare” esposta nella parte iniziale del presente documento.

 

Il Presidente

Alberto Piovani

 

PDF dei documenti: 

Nome File
Convocazione assemblea ordinaria dei Soci 2021 PDF (193 KB)
Relazione morale 2020 PDF (139 KB)
Note al consuntivo anno 2020 UICI Milano PDF (346 KB)
Verbale del 2 aprile 2021 RIUNIONE DELL'ORGANO DI CONTROLLO DEL CONSIGLIO SEZIONALE DI MILANO DELL’UNIONE ITALIANA CIECHI E IPOVEDENTI (UICI) ONLUS-APS PDF (153 KB)